Psichiatra Online

Cipralex

CipralexCipralex è un farmaco che appartiene al gruppo dei medicinali antidepressivi SSRI (Inibitori Selettivi della Ricaptazione della Serotonina) ed è particolarmente utile in chi soffre di disturbi depressivi e di attacchi di ansia (come gli attacchi di panico, anche con agorafobia).

Questo farmaco va ad agire sulla produzione di serotonina da parte del cervello, che viene aumentata, e va a compensare le alterazioni del sistema serotoninergico dello stesso, che viene colpito quando si soffre di questi problemi.

Chi può prendere il Cipralex? In generale è un farmaco indicato per tutti coloro che soffrono di depressione o ansia, ma solo dietro consiglio medico. Ci sono alcune eccezioni, che dovranno essere di volta in volta analizzate dal dottore, come ad esempio:

  • se si soffre di epilessia, con il trattamento che deve essere interrotto al primo manifestarsi delle convulsioni;
  • se si soffre di diabete, dato che il Cipralex può alterare il controllo glicemico e potrebbe essere necessario cambiare la propria dose di insulina;
  • se si soffre di cardiopatia coronarica;
  • se, a riposo, si ha un ritmo cardiaco basso;
  • se si ha soffre di giramenti di testa quando ci si alza in piedi.

Il Cipralex non deve essere preso se si è in gravidanza o se si allatta. Bisogna inoltre informare il medico se si ha intenzione di avere un bambino.

I rischi per il neonato possono essere convulsioni, instabilità della temperatura del corpo, vomito, ipoglicemia, sonnolenza, difficoltà nel prendere sonno, ecc.

Effetti collaterali del Cipralex. Questo medicinale, come tutti quelli che curano la depressione, potrebbe far venire un pensiero di farsi male o di togliersi la vita. Benché sia una cosa comune all’inizio del trattamento con antidepressivi, è fondamentale rivolgersi immediatamente al medico presso cui si è in cura per esporre ogni singolo sintomo, in maniera tale che egli possa decidere se cambiare la cura o meno.

In maniera particolare il pensiero di farsi male o peggio si ha maggiormente in coloro che hanno meno di 25 anni.

Altri effetti collaterali sono il naso ostruito, diarrea, costipazione, disturbi sessuali come dei problemi di erezione, stanchezza, febbre e aumento di peso.

L’interruzione nell’assunzione del medicinale non può essere fatta fino a che non viene consigliato dal medico. E’ altamente sconsigliato decidere di interrompere di prendere questo medicinale in maniera completamente autonoma.